Subiaco: la via dei monasteri

Subiaco è ricca di conventi e monasteri; proprio per questo esiste una via chiamata “via dei Monasteri”, un percorso storico, artistico e naturalistico di grande bellezza.

Convento di San Francesco

Prima di incamminarvi lungo l’itinerario potete visitare il Convento di San Francesco, situato a soli 5 minuti dalla via dei Monasteri. È il più antico della zona e presenta caratteri di architettura gotica. La sua chiesa, a una sola navata, ha una interessantissima volta a capriata.

La via dei Monasteri

Dopo questa breve e piacevole deviazione, potete tornare sulla via dei Monasteri e proseguire fino al Monastero di Santa Scolastica. Il più antico, fondato da San Benedetto, raggiunse l’epoca di maggiore splendore tra il X e l’XI secolo con la costruzione di una nuova chiesa ed acquisì il nome attuale. È una struttura ricostruita nel tempo con stili differenti; all’interno potrete visitare i tre chiostri (il primo rinascimentale, il secondo gotico, il terzo cosmatesco). Da Santa Scolastica potete fare una piccola sosta alla Villa di Nerone.

San Benedetto e l’ordine monastico dei benedettini

Dopo questa sosta riprendete la via dei Monasteri e incontrerete la Cappella di Santa Crocella dove San Benedetto ricevette l’abito monastico. Continuate per il percorso fino a raggiungere il Sacro Speco, l’ultimo Monastero dell’itinerario. Venne costruito nel luogo dove il giovane Benedetto da Norcia si ritirò in preghiera per tre anni. La struttura è costituita dal convento e da due chiese sovrapposte, oltre alla grotta dove si ritirò il Santo e dove diede origine all’ordine monastico dei benedettini.

Da qui, potrete godere di una magnifica vista sulla valle dell’Aniene.