Tuscania, all’insegna del divertimento, vita sana, ottimo cibo ed esperienze culinarie formative da etoile.

Photo Credits: Mattana

Ieri a Tuscania in provincia di Viterbo, si è conclusa la 50° sagra gastronomica delle frittelle di cavolfiore o broccolo romano che, ci riporta storicamente sulle orme di Madame Du Barry i suoi afrodisiaci, le omotetie frattali per rinvigorire tutti gli “appetiti” e occuparci della nostra salute a tavola.

Un piccolo salto temporale alla corte dei nostri cugini francesi quando sul trono siedeva Luigi XV è necessario per prepararvi ad una notizia che forse in tanti ancora ignorano ma vi assicuriamo di pertinenza con Tuscania nel viterbese e, che vi aprirà nuovi orrizonti in tema di APPETITI in tutti i sensi, arti amatorie e afrodisiaci.

Avete capito bene. Stiamo per rivelarvi un anneddoto che non solo vi sbalordirà ma che vi farà anche tantissimo piacere.

Tortino salato ai broccoli
https://www.ortodacoltivare.it/ricette/torta-salata-broccoli.html

Diamo un taglio alle scuole di pensiero che ormai da anni abusando della nostra credulità e del nostro portafoglio predicano sui miracolosi poteri di ostriche e champagne, caviale e cibi costosi che poi, funzionano davvero?

Ora giusto una piccola precisazione, le ostriche ed il caviale hanno un elevatissimo contenuto in colesterolo e quindi non esattamente un alimento davvero consigliato a tutti.

Ma perché abbiamo tirato fuori Madame Du Barry? Presto detto.

In una società come la nostra, dove l’apparenza la fa da padrona, la bellezza impazza e sbraita da ogni app e social, tenta e seduce, vincendo con grande facilità.

Basta un cellullare per generare competizione, paragoni, scontenti ed anche tradimenti. Si fanno i conti con un senso di equilibrio precario e con la vaga spiacevole percezione di essere costantemente sotto attacco.

Ora provate a pensare di vivere presso una corte in cui quotidianamente non erano foto e immagini più o meno ritoccate a minacciare gli equilibri di una coppia e l’autostima, ma schiere di mine vaganti in carne ed ossa, imbellettate, abilissime, arriviste, competitive, agguerrite e piene di risorse; costantemente alle costole, nei corridoi, nelle stanze, nei saloni dello stesso spazio abitativo.

Si chiamavano cortigiane. Se oggi a colpi di chirurgia estetica, trattamenti ed affini, si riesce a competere anche quando non più freschi boccioli, nel 1770 per farsi scalzare da una spregiudicata voluttuosa ragazzina in fiore e, perdere il ruolo di favorita del re bastava un battito di ciglia.

Eppure la nostra Madame Du Barry la spuntò vincendo su orde di bellissime fanciulle tanto impudenti quanto procaci.

La sua arma vincente fu l’uso di un ortaggio particolare con il quale riuscì a risvegliare i sensi e tutti gli appetiti di un re annoiato e non proprio giovanissimo: Il cavolo-broccolo con il quale inventò la gustosissima “Creme Madame Du Barry”

Crema di Cavolfiore Madame Du Barry
https://www.lacucinaitaliana.it/ricetta/primi/crema-madame-du-barry/

Avete letto benissimo, proprio così. L’argomento di oggi è culinario:Il cavolo romano o broccolo romano tipico del Lazio. Verde come la Tuscia e con la perfezione geometrica delle sue rosette che riportano al concetto di frattali e alla sequenza numerica di Fibonacci.

Chi ieri è stato alla divertentissima sagra delle frittelle di cavolfiore a Tuscania potrà testimoniare sulla sua prelibatezza, ma noi vogliamo anche ricordarvi che stiamo parlando di un cibo fondamentale per la salute e la bellezza.

Chiaramente abbiamo scherzato, l’effetto afrodisiaco è un effetto placebo, creato da molti fattori psicologici che insieme attivano endorfine regalando una particolare predisposizione gioiosa e positiva legata ad un ambiente piacevole, relax, buona compagnia, buon sano bere, spirito d’avventura, piacere di essere coinvolti fisicamente ed emotivamente da qualcuno che riesca a farci sentire fulcro di qualcosa di unico ed emozionante.

Quello che davvero serve è un ingrediente fantastico e gustoso, facilmente reperibile, economicamente sostenibile e ricco di sostanze preziose in grado di aiutare davvero il nostro organismo e riattivare energia e fantasia a tavola e con chi ci sta a cuore.

Il broccolo romano, questo potente alleato.

Macro image of the distinctive fractal shaped cones of a head of Romanesco Broccoli.

Ha un contenuto calorico molto basso e se ne possono fare delle scorpacciate senza temere gli effetti sulla bilancia. Mai come in questa stagione è di ausilio per combattere raffreddori per il suo elevato contenuto in vitamina C ma non solo:

  • fosforo per il cervello e la memoria,
  • calcio per le ossa e i denti, quindi per la dieta dei vostri bambini in crescita e per le donne in menopausa,
  • magnesio per contrastare nervosismo, ansia, stress, stanchezza e insonnia,
  • potassio per una pressione arteriosa equilibrata. e se consumato con regolarità, favorisce e ristabilisce un buon flusso circolatorio e drenante aiutando anche a tenere sotto controllo la cellulite.

La sua proprietà più virtuosa è l’effetto antitumorale, il sulforafano contenuto nel suo succo, ormai da anni è materia di studio in quanto aggressivo con le cellule cancerogene. Quindi spazio alla fantasia con vellutata di cavolo romano, insalate di cavolo sbollentato e poi condito con olio aromatizzato e succo di limone, saltato in padella con guanciale e pecorino per condire pasta, in polpette, sformati e frittelle etc…

Abbiamo scelto Tuscania non solo per il suo patrimonio culturale ed artistico di cui parleremo ancora, ma perché ha anche un posto speciale in ambito culinario in quanto sede del

Campus Etoile Academy
https://www.scuoladicucinaetoile.com/

“Campus Etoile Academy” dove si reca chi vuole imparare, sperimentare e raggiungere competenze che mirano all’eccellenza formativa culinaria, specialmente in fatto di salute e nello specifico: allergie alimentari, vegetariani, vegani e celiachia.

Il Campus si trova esattamente dentro un ex convento francescano del 1300. Allora per chi ne avesse voglia Experience Lazio propone una Etoile Experience a Tuscania in provincia di Viterbo ecco il sito: https://www.scuoladicucinaetoile.com/etoile-experience/

Le giornate Etoile Experience sono gratuite ma a numero chiuso: per partecipare quindi è necessario compilare il modulo on line di iscrizione sul sito

Per chi invece volesse prenotare una visita individuale presso l’Etoile, ecco il numero:

0761 44 51 60.

oppure inviare e-mail a info@campusetoile.com.