A Nemi il borgo si fa albergo

Se siete desiderosi di vivere un’esperienza unica, immersi a pieno nella vita del borgo, Nemi è ciò che fa per voi.

Questo piccolo borgo dei Castelli Romani, proteso sull’omonimo lago, dal 2012 accoglie nelle proprie case turisti desiderosi di vivere un soggiorno alternativo.

Lungo le strade ciottolose del paese, le porte delle abitazioni si aprono per consentire all’ospite di vivere il borgo senza rinunciare ai comfort dell’albergo.

Lo Specchio di Diana: molto più di una struttura ricettiva

Lo Specchio di Diana è il nome dell’albergo diffuso di Nemi che trae origine dal termine latino Nemus Dianae: il bosco sacro dedicato a Diana, dea della caccia.

Attraverso questa particolare forma ricettiva, Nemi vuole promuovere una filosofia dell’ospitalità e dello sviluppo turistico dove tutelare i luoghi con uno sguardo attivo alle innovazioni. Qui è possibile conoscere la storia e la cultura locale, vivendoli da residente piuttosto che da semplice turista/visitatore.

Un ambiente autentico dal sapore locale

Dislocate lungo il Corso di Nemi, le 8 unità abitative dell’albergo diffuso vi consentono di immergervi nella realtà viva del borgo, fatta di relazioni con gli abitanti del luogo.

Nelle abitazioni, ristrutturate preservandone la memoria nello stile e negli arredi, si possono ammirare pareti naturali in roccia vulcanica, camini in pietra e soffitti con travi di legno.

Ma non solo. Si può assaporare la vita del borgo attraverso le varie attività previste dalla struttura.

Si spazia dal soggiorno romantico con il pacchetto Noi due! a quello enogastronomico, Castelli da mangiare e da bere!, per palati esigenti pronti ad assaggiare i piatti tipici e le famose fragoline.

Non resta quindi che fissare la data sul calendario e partire per il prossimo weekend!